Ordine degli Ingegneri della provincia di Firenze

In breve

:: ALBO

:: CONSIGLIO

:: CONSIGLIO DI
   DISCIPLINA

:: SEGRETERIA

:: CORSI

:: SEMINARI E
   CONVEGNI

:: PATROCINIO

:: BANDI

:: COMMISSIONI

:: CONVENZIONI

:: OFFERTE LAVORO

:: SQUADRA DI CALCIO

:: ATTIVITA'
   AGGREGATIVE

:: NEWSLETTER

:: RASSEGNA STAMPA
   CNI

:: CIRCOLARI CNI

:: PEC

:: FIRMA DIGITALE

:: FORMAZIONE

:: AMMINISTRAZIONE
   TRASPARENTE

 

 

ALBO INDIRIZZI PEC
DEI PROFESSIONISTI

Ministero dello Sviluppo Economico

 

CONSULTA INTERPROFESSIONALE
PRESSO IL COMANDO VVF FIRENZE

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Firenze

 

Linea due

Login

Se sei giā registrato al sito

REGISTRAZIONE
Registrandoti avrai accesso allo Sportello Ambiente e allo Sportello Sicurezza
La registrazione č riservata ai soli iscritti all'Ordine

Professione

Oggetto e limiti della professione di Ingegnere

Il riferimento principale in materia è tuttora il R.D. n. 2537 del 23.10.1925, che tratta l'argomento negli articoli 51 e 52:
  • Art. 51: Sono di spettanza della professione di ingegnere il progetto, la condotta e la stima dei lavori per estrarre, trasformare ed utilizzare i materiali direttamente od indirettamente occorrenti per le costruzioni e per le industrie, dei lavori relativi alle vie ed ai mezzi di trasporto, di deflusso e di comunicazione, alle costruzioni di ogni specie, alle macchine ed agli impianti industriali, nonché in generale alle applicazioni della fisica, i rilievi geometrici e le operazioni di estimo.
  •  
  • Art. 52: Formano oggetto tanto della professione di ingegnere quanto di quella di architetto le opere di edilizia civile, nonché i rilievi geometrici e le operazioni di estimo ad esse relative. Tuttavia le opere di edilizia civile, che presentano rilevante carattere artistico ed il restauro e il ripristino degli edifici contemplati dalla legge 20 Giugno 1909, n. 364, per l'antichità e le belle arti, sono di spettanza della professione di architetto; ma la parte tecnica può essere compiuta tanto dall'architetto quanto dall'ingegnere.

Principali innovazioni introdotte dal DPR n. 328/2001

Il DPR n. 328/2001 ha istituito:
  • due sezioni dell'Albo, cui si accede con Esami di Stato distinti:
    • sezione A, cui si accede con il titolo di laurea specialistica (5 anni di studi universitari);
    • sezione B, cui si accede con il titolo di laurea (3 anni di studi universitari).
  • tre settori dell'Albo, cui sono attribuite le seguenti competenze:
    • settore "ingegneria civile e ambientale": la pianificazione, la progettazione, lo sviluppo, la direzione lavori, la stima, il collaudo, la gestione, la valutazione di impatto ambientale di opere edili e strutture, infrastrutture, territoriali e di trasporto, di opere per la difesa del suolo e per il disinquinamento e la depurazione , di opere geotecniche, di sistemi e impianti civili e per l'ambiente e il territorio;
    • settore "ingegneria industriale": la pianificazione, la progettazione, lo sviluppo, la direzione lavori, la stima, il collaudo, la gestione, la valutazione di impatto ambientale di macchine, impianti industriali, di impianti per la produzione, trasformazione e la distribuzione dell'energia, di sistemi e processi industriali e tecnologici, di apparati e di strumentazioni per la diagnostica e per la terapia medico-chirurgica;
    • settore "ingegneria dell'informazione": la pianificazione, la progettazione, lo sviluppo, la direzione lavori, la stima, il collaudo e la gestione di impianti e sistemi elettronici, di automazione e di generazione, trasmissione ed elaborazione delle informazioni.
Restano immutate le riserve e le attribuzioni stabilite dalla vigente normativa, ma il DPR n. 328/2001 ha disposto alcune limitazioni di carattere generale alle competenze degli iscritti nella Sezione B dell'Albo.

Forme di esercizio della professione di Ingegnere

La legislazione vigente prevede quattro forme di esercizio della professione di Ingegnere:
  • in forma individuale
  • nell'ambito di Società di professionisti
  • nell'ambito di Società di Ingegneria
  • in raggruppamento temporaneo di professionisti
Esercizio individuale:
Forma tradizionale di esercizio della professione, di gran lunga la più diffusa in Italia. Il professionista è un lavoratore autonomo, soggetto personalmente a tutti gli obblighi di Legge connessi all'attività, compresi quelli fiscali, assicurativi e previdenziali propri e relativi ai collaboratori. Risponde personalmente del proprio operato sotto ogni aspetto di responsabilità civile e penale.

Società di professionisti:
Può essere costituita in forma di società di persone, regolata dai capi II, III e IV del libro V del Codice Civile, oppure in forma di società cooperativa, di cui al capo I del Titolo VI del libro V del Codice Civile. Le responsabilità derivanti dall'attività tecnica competono personalmente al Socio o ai Soci che eseguono le prestazioni. Le responsabilità di natura amministrativa ed economica sono regolate dal Codice Civile.

Società di ingegneria:
Sono società di capitali iscritte nei registri delle Imprese e possono essere costituite nelle varie forme previste dal Codice Civile. Le società di ingegneria sono obbligate ad avere all'interno un direttore tecnico abilitato all'esercizio della professione da almeno dieci anni e iscritto all'Albo. Anche in questo caso le responsabilità tecniche sono personali, mentre quelle derivanti dall'esercizio societario sono regolate dal Codice Civile.

Raggruppamento temporaneo di professionisti:
Questa forma di esercizio della professione è prevista dalla Legge vigente in materia di lavori pubblici e trova applicazione solo in tale ambito. Ha stretta analogia con la corrispondente figura giuridica del raggruppamento temporaneo di Imprese associate per l'esecuzione di un'opera. I professionisti, singoli o afferenti a società, si associano e conferiscono la rappresentanza legale a un collega capo gruppo, ai soli fini dell'esecuzione delle prestazioni professionali relative a una specifica opera.

Gli Ingegneri iscritti agli Albi sono comunque soggetti agli obblighi e alla disciplina comune a tutti gli Ingegneri che fanno parte degli Ordini, anche se operano all'interno di società.
Ordine degli Ingegneri della provincia di Firenze  -  Torna alla homepage